La prof.ssa Daria Gabusi, presidente del Comitato scientifico del Centro Studi “La resistenza bresciana e la brigata ‘Giacomo Perlasca’ delle Fiamme Verdi” interverrà alla giornata di studi organizzata dall’Associazione “Camaldoli Cultura” dal titolo Lo spirito della ricostruzione. La mediazione tra fede, cultura e politica negli anni del dopoguerra, che si terrà al Monastero di Camaldoli il 24 agosto 2017 con una relazione dedicata a Donne, spirito e Resistenza: Laura Bianchini e le altre “madri costituenti”.

La figura di Laura Bianchini – docente, partigiana, redattrice del giornale clandestino “il ribelle” e Deputata all’Assemblea Costituente è centrale nella storia del pensiero cattolico filtrato attraverso l’esperienza della Resistenza.

La giornata di studi vuole indagare l’importanza della spiritualità dei laici cresciuti alla scuola delle Settimane di Camaldoli tra gli anni Trenta e Quaranta, nella fase di destrutturazione e di ricostruzione del sistema politico, economico e civile dell’Italia dopo il 1945.
Il confronto tra teologia, spirito cristiano e logiche mondane animato a Camaldoli in forma embrionale e sperimentale, oltre che prepolitica, trovò nella stagione costituente e repubblicana un momento di esame e di attuazione. L’analisi della spiritualità e della cultura religiosa può aiutare a comprendere le logiche che motivarono l’inedita ma decisiva presenza organizzata dei cattolici all’interno del nuovo sistema.
In che modo il confronto con il capitalismo e la democrazia interrogò la loro vita di fede? Quale bilancio e quali prospettive dedussero dalla lunga vigilia di preparazione – senza trascurare il significato della scelta resistenziale per molti di loro – rispetto ad un personale itinerario di fede? Quale interpretazione diedero della politica intesa come forma di testimonianza cristiana? Come motivarono l’impegno nella Democrazia Cristiana e nelle battaglie politiche della prima età repubblicana?

Dopo la prima giornata di studi promossa nell’estate 2016 e dedicata alla storia delle Settimane di cultura religiosa, la Fondazione Camaldoli Cultura patrocina un nuovo convegno per riflettere su questi interrogativi, per verificare le acquisizioni della più recente storiografia sulla storia del movimento cattolico nell’immediato dopoguerra e per approfondire il significato della spiritualità nella maturazione della “seconda” e della “terza generazione”.

camaldoli