L’Associazione “Fiamme Verdi” di Brescia fu fondata nel 1945, all’indomani dello scioglimento delle Divisioni e Brigate partigiane delle “Fiamme Verdi” (FF.VV.) operanti nella provincia e nella città di Brescia durante la Guerra di Liberazione (1943-1945).
Nell’atto fondativo dell’Associazione si leggono le sue finalità (artt. 1 e 2):

Art. 1. È costituita con sede in Brescia l’Associazione Fiamme Verdi allo scopo di:
a) rivendicare la nobiltà e l’idealità della lotta di liberazione, tenendo vivo il ricordo dei Caduti per la Libertà;
b) riaffermare quei valori di libertà, giustizia e democrazia che hanno ispirato le Fiamme Verdi durante la    Resistenza;
c)  rafforzare lo spirito di fraterna e sincera unione tra i Soci nel nome dei comuni ideali;
d)  svolgere ogni attività assistenziale a favore dei propri associati.

Art. 2. L’Associazione non aderisce a partiti politici. I soci, a titolo personale, possono seguire tutte le ideologie politiche ed iscriversi a tutti quei partiti che non siano fascisti e che non siano in contrasto con le finalità dell’Associazione.

Nel quadro originario dello Statuto, Soci di diritto dell’associazione sono «i Caduti per la libertà» (art. 3), segno tangibile che le FF.VV. sono, fin dall’inizio, un’istituzione associativa legata al ricordo dei partigiani morti sui campi di battaglia. Lo scopo principale è la memoria e l’azione di grazie nei confronti di tutti coloro che sacrificarono la vita sulle montagne bresciane, nella città capoluogo e nella pianura combattendo per la dignità dell’Uomo e per la sua Libertà.

Agape Nulli Quilleri in Mortirolo (2013)Attuale Presidente delle FF.VV. è la staffetta partigiana Agape Nulli vd. Quilleri; nel 2009 il Congresso dell’Associazione ha eletto un coordinamento provinciale composto da otto membri che affianca la Presidenza nel lavoro di perseguimento degli obiettivi sociali; nel corso dell’ultimo quinquennio l’Associazione ha aggiunto alle originarie finalità statutarie anche i seguenti obiettivi:

  • coltivare la memoria storica e ideale del periodo 1922-1945, approfondendo lo studio della storia del Fascismo e della Resistenza, promuovendo la conoscenza e la diffusione dei valori Resistenziali e Costituzionali, contribuendo all’affermazione della cultura democratica e contrastando in forma democratica e non violenta il riemergere del fascismo nella società contemporanea, secondo il pluridecennale stile delle “Fiamme Verdi” bresciane;
  • realizzare, promuovere e patrocinare attività culturali, memoriali, di formazione, di studio, di testimonianza connesse ai temi e ai valori di cui al precedente punto, rivolte ai singoli, alle istituzioni democratiche, al mondo della scuola, delle associazioni e, in generale, alla società civile e democratica bresciana e italiana;
  • realizzare, promuovere e patrocinare pubblicazioni e stampe di materiale e prodotti editoriali a mezzo carta stampata, supporti informatici od ogni altro tipo di supporto divulgativo connesse ai temi e ai valori di cui alle finalità statutarie.

L’Associazione “Fiamme Verdi” di Brescia aderisce fin dalla sua fondazione (1948) alla Federazione Italiana Volontari della Libertà (F.I.V.L.), ente morale eretto con D.P.R. del 16/04/1948 n. 430.

L’Associazione ha sede in Via Volturno, 46.

Il Direttivo Provinciale in carica è così composto: Agape Nulli Quilleri (Brescia), Presidente onoraria; Alvaro Peli (Concesio), Coordinatore provinciale; Giovanni Boccacci (Collebeato), Pietro Ghetti (Pezzaze), Gianantonio Girelli (Barghe), Giambattista Guerra (Barghe), Ezio Angelo Gulberti (Edolo), Mauro Leonesio (Sabbio Chiese), Roberto Ravelli Damioli (Darfo Boario Terme) e Roberto Tagliani (Brescia), Consiglieri; mons. Tino Clementi (Manerbio), Cappellano; Guerino Berneri (Brescia), Alfiere.

Per contattare il Comitato provinciale inviare una mail a uno dei seguenti indirizzi:

Segreteria provinciale: segreteria@fiammeverdibrescia.it

Alvaro Peli (coordinatore): alvaro.peli@virgilio.it

Roberto Tagliani (consigliere): rota1974@libero.it

image

© Fiamme Verdi – Brescia